L'Agenzia Internazionale dell'Energia prevede un biennio record per il fotovoltaico



L'Agenzia Internazionale dell'Energia (IEA) ha dichiarato che prevede che le aggiunte annuali di fotovoltaico a livello globale supereranno i 160 GW entro il 2022, affermando la posizione della tecnologia come il "nuovo re" dei mercati globali dell'elettricità.


Nonostante le sfide della catena di fornitura indotte dalla pandemia e i ritardi nella costruzione, il cane da guardia dell'energia ha affermato nel suo ultimo aggiornamento del mercato delle energie rinnovabili che c'è stata un'espansione del 23% su base annua di nuove installazioni FV nel 2020 a quasi 135 GW, inferiore alla quantità di 141 GW messa avanti da BloombergNEF (BNEF).


La cifra è significativamente superiore alla proiezione della IEA nel suo rapporto sulle energie rinnovabili dello scorso anno, secondo il quale le aggiunte fotovoltaiche scenderanno dai 109 GW di capacità distribuiti nel 2019 a oltre 90 GW nel 2020.

Con il fotovoltaico ora l'opzione più economica per la generazione di elettricità in molti paesi, l'IEA prevede che l'espansione annuale del fotovoltaico solare raggiungerà 145 GW nel 2021 e 162 GW nel 2022, battendo i record e rappresentando quasi oltre il 55% di tutta l'espansione di energia rinnovabile quest'anno e il prossimo . Si prevede che la quota di applicazioni su scala industriale nelle aggiunte annuali di FV aumenterà da oltre il 55% nel 2020 a quasi il 70% nel 2022.

In un rapporto pubblicato a febbraio , BNEF ha affermato che le installazioni fotovoltaiche potrebbero raggiungere fino a 221 GW nel 2022 e 240 GW nel 2023, tuttavia queste cifre potrebbero essere un po 'ottimistiche dati i vincoli di fornitura di silicio policristallino che sono stati rivelati da allora.


In termini di tutte le aggiunte di energie rinnovabili, il 2020 ha visto le installazioni crescere al tasso più rapido in due decenni - fino al 45% su base annua a 280 GW - portando l'AIE ad aumentare le sue previsioni di implementazione di oltre il 25% rispetto alle stime precedenti, mentre i governi mettono all'asta quantità record di capacità e interesse per gli accordi di acquisto di energia (PPA) aziendali continuano a crescere. Il rapporto dell'agenzia dello scorso anno aveva previsto che la distribuzione sarebbe stata gravemente colpita dalle sfide legate al coronavirus, prevedendo solo 167 GW di aggiunte di energie rinnovabili nel 2020.

Secondo l'AIE, l'aumento nel 2020 è destinato a diventare la "nuova normalità" nonostante un rallentamento in Cina a seguito di una "espansione eccezionale" provocata dagli sviluppatori che si affrettano a completare i progetti prima dell'eliminazione graduale dei sussidi.

“L'energia eolica e solare ci danno più motivi per essere ottimisti sui nostri obiettivi climatici mentre battono record dopo record. L'anno scorso, l'aumento della capacità rinnovabile ha rappresentato il 90% dell'espansione dell'intero settore energetico globale ", ha affermato Fatih Birol, direttore esecutivo dell'IEA. "I governi devono sfruttare questo impulso promettente attraverso politiche che incoraggino maggiori investimenti nel solare e nell'eolico, nell'infrastruttura di rete aggiuntiva di cui avranno bisogno e in altre tecnologie rinnovabili chiave come l'energia idroelettrica, la bioenergia e la geotermia".

Il rapporto afferma che qualsiasi rallentamento in Cina nei prossimi anni sarà compensato da una forte crescita in Europa, Stati Uniti, India e America Latina, dove il sostegno del governo e il calo dei prezzi per il solare fotovoltaico e l'eolico continuano a guidare le installazioni. La previsione aggiornata per gli Stati Uniti è più ottimistica a causa delle estensioni del credito d'imposta federale .


Il rapporto ha anche suggerito che l'impatto dei vincoli della catena di approvvigionamento fotovoltaico e dei prezzi più elevati delle materie prime sui prezzi dei moduli non dovrebbe durare fino al 2021. La produzione cinese di polisilicio dovrebbe essere geograficamente diversificata attraverso diversi nuovi impianti al di fuori della provincia dello Xinjiang che diventeranno operativi nel 2021 e 2022.

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti