Continua l'impennata dei prezzi



Prima e dopo la festa nazionale cinese della scorsa settimana, due cose che hanno colpito la catena di fornitura dei moduli fotovoltaici hanno continuato a emergere: uno è l'aumento del prezzo delle materie prime e ausiliarie causato dal razionamento dell'energia a monte, e l'altro è il fatto che alcuni installatori a valle e commercianti di canali locali hanno semplicemente rinunciato a resistere agli aumenti di prezzo e hanno iniziato ad accumulare scorte.

Sullo sfondo del "razionamento della potenza", la fornitura di silicio industriale è stata notevolmente ridotta e alcuni produttori hanno iniziato a sigillare gli ordini. Nel campo del polisilicio, molte aziende del settore hanno inoltre annunciato che le linee di produzione sono state temporaneamente sospese in risposta alle esigenze locali di “doppio controllo dei consumi energetici”.

Alla fine, le aziende produttrici di moduli percepiscono la pressione sui prezzi delle materie prime a monte e i dati delle indagini di settore hanno mostrato che a fine settembre i tassi operativi delle fabbriche di moduli sono stati ridotti. Alcuni produttori di moduli hanno iniziato a sospendere la produzione delle relative linee di produzione da 156 mm e 166 mm, scegliendo invece di dare la priorità ai moduli da 182 mm e 210 mm. Anche la messa in servizio delle attrezzature di alcuni nuovi stabilimenti è stata sospesa e la capacità produttiva non può essere rilasciata come previsto. Altri, nel frattempo, stanno ridimensionando i piani esistenti.

Si può dire che questa volta è diverso dal passato, l'impatto più diretto del razionamento del potere è il rilascio della capacità di produzione, non solo l'aumento dei prezzi, più grave potrebbe essere esaurito!


Secondo fonti informate, alcuni produttori di moduli hanno sospeso le vendite di moduli e hanno smesso di ricevere ordini prima delle vacanze, e tutti gli ordini di moduli firmati sono caduti in gravi perdite, cosa di cui i principali produttori di moduli hanno avvertito in una lettera aperta redatta poco prima del festival . Molti produttori di moduli hanno iniziato a posticipare la consegna e i progetti di molti installatori si sono bloccati perché non possono ottenere i moduli.

Nella prima settimana dopo le vacanze, gli ultimi sondaggi sui prezzi mostrano che il prezzo franco fabbrica dei moduli monofacciali da 182 mm ha ufficialmente superato RMB2 (US $ 0,31)/W, tasse incluse, raggiungendo un prezzo mai visto negli ultimi due anni. Anche il prezzo dei moduli bifacciali da 182 mm e 210 mm sta precipitando verso lo stesso prezzo. Prima del festival, il prezzo medio dei moduli oscillava intorno al valore di 1,8 RMB/W (US$ 0,28/W).

Per i produttori di moduli, oltre all'aumento dei prezzi a monte della catena industriale, anche i prezzi di EVA, film POE, backsheet, vetro, alluminio e altri materiali ausiliari sono ai massimi storici e alcuni materiali sono ancora molto scarsi, il che rende le fabbriche di componenti sopportano enormi pressioni sui costi e margini sempre più stretti.

Alcune stime del settore suggeriscono che se il prezzo del polisilicio sale a 260 RMB/kg, i prezzi dei moduli dovranno salire almeno a 1,9 RMB/W (0,29 dollari USA/W) solo per raggiungere il pareggio. La redditività continua a peggiorare poiché ogni anello della catena subisce un aumento dei prezzi, come è avvenuto negli ultimi mesi.

Gli addetti ai lavori una volta si riferivano scherzosamente al prezzo RMB2/W (US $ 0,31/W) per i moduli monofacciali come un "prezzo di amicizia", ​​dati i margini offerti a quei prezzi, ma ora questo è il consenso per la maggior parte dei produttori di moduli visti i vincoli attuali.


I prezzi rimarranno alti nel 2022


Gli impianti di produzione sono quasi impotenti quando si tratta di aumenti di prezzo, ha affermato un capo di un componente di un produttore di moduli solari. I prezzi di offerta più alti per il materiale in silicio hanno ora raggiunto RMB260/kg, mentre i prezzi del vetro e del film sono aumentati rispettivamente del 20% e del 35% in un mese. La maggior parte del settore si aspetta che queste tendenze continuino, soprattutto perché i controlli sull'alimentazione continuano in quello che è storicamente un forte trimestre dell'anno per la domanda. "La probabilità di una riduzione del prezzo [del modulo] quest'anno è bassa", ha affermato il capo del componente.

È un problema difficile da risolvere, come forse dimostra la recente lettera (sopra menzionata) di LONGi, Jinko, Trina, JA Solar e Risen che è stata il primo appello congiunto del settore sugli appalti. Al momento, la maggior parte delle aziende leader nel settore dei moduli ha tassi di capitalizzazione ridotti e si prevede che le capacità attuali non supereranno il 70%. Si dice che alcuni produttori di secondo e terzo livello siano ancora più bassi. Lo stesso si sta verificando dal lato delle celle, con alcuni tassi di utilizzo delle strutture cellulari che sono scesi a circa il 47% subito dopo la festa nazionale. Le quantità di celle da 182 mm sono state notevolmente ridotte e la mancanza di capacità di produzione potrebbe significare che gli obiettivi di installazione a breve termine non saranno raggiunti.

“Alcune persone dicono, 'un aumento di RMB0.2 nei costi uccide il ritmo del settore', e non penso che sia un'affermazione allarmistica. È molto probabile. Sotto gli attuali controlli, molte aziende produttrici di materiali hanno una capacità produttiva limitata e si prevede che lo squilibrio tra domanda e offerta causato dalla difficoltà di mantenere bassi i prezzi costringerà molte aziende ad adeguare i piani di produzione e spedizione", ha affermato un dirigente del settore.


Le materie prime e ausiliarie sono generalmente aumentate da più di un anno, a partire dai prezzi del vetro verso la fine del 2020. Ma la situazione di quest'anno è più grave e le lezioni che alcuni stanno imparando dal terzo trimestre al quarto è ora di non esitare a procurarti la maggior quantità di materiale finché possibile.

95 visualizzazioni0 commenti