• Utopia

Le aziende stanno guidando lo sforzo verso la decarbonizzazione



Nel 2020, gli annunci di PPA aziendali in Europa hanno battuto i record nonostante la pandemia COVID-19, con il fotovoltaico che rappresenta quasi la metà di tutta la capacità PPA contratta, che è significativamente più che negli anni precedenti, dimostrando la rapida crescita della popolarità dei PPA aziendali solari in Europa.


Gli impegni aziendali sul clima stanno aprendo le porte a un massiccio sviluppo delle energie rinnovabili. Più di 280 aziende in tutto il mondo fanno ora parte di RE100, impegnate a raggiungere una fornitura di elettricità rinnovabile al 100%. La domanda complessiva di elettricità delle società RE100 è superiore alla domanda totale di elettricità in Australia e queste società fanno sempre più affidamento sugli accordi di acquisto di energia (PPA) per raggiungere i loro obiettivi di approvvigionamento.


I PPA rappresentano un quarto dell'energia rinnovabile fornita dalle società RE100 in tutto il mondo e le aziende stanno beneficiando della stabilità dei prezzi a lungo termine e della facilità di investire in nuova capacità di energia rinnovabile. La popolarità dei PPA ha portato a una crescita impressionante nei mercati globali. Secondo BloombergNEF (BNEF), solo nel 2020 le società hanno acquistato un record di 23,7 GW di energia rinnovabile, rispetto ai 20,1 GW del 2019. Questa crescita è particolarmente impressionante dato il contesto della pandemia e di una recessione globale.


Una crescita globale


Ad oggi, il mercato degli Stati Uniti è in testa per numero di accordi PPA e capacità contrattata. L'anno scorso, le aziende hanno annunciato 11,9 GW di PPA aziendali negli Stati Uniti. Sebbene la quantità di energia rinnovabile firmata lo scorso anno fosse inferiore a quella del 2019, il paese non solo è stato profondamente colpito dalla pandemia, ma le aziende hanno anche affrontato l'incertezza sulla politica energetica nazionale prima delle elezioni presidenziali.

Anche l'Europa ha registrato una crescita significativa dell'attività PPA. L'anno scorso le aziende hanno firmato un record di 4GW di PPA aziendali in Europa, contribuendo al contratto di oltre 12 GW dall'inizio del mercato europeo dei PPA aziendali intorno al 2014. L'America Latina continua come un mercato emergente con 1,5 GW di PPA aziendali annunciati lo scorso anno. [1]

I mercati dell'Asia-Pacifico hanno condizioni più difficili per i PPA, ma hanno firmato un record di 2,9 GW nel 2020. Un risultato degno di nota è stato che le società taiwanesi hanno firmato 1,25 GW di PPA in totale. A Taiwan è in arrivo una nuova politica che significa che le aziende che utilizzano più di 5 MW di carico annuo di elettricità sono obbligate a utilizzare energia pulita. Questo, e il gran numero di produttori che stanno affrontando la pressione per rendere più verde il loro settore a causa degli obiettivi di decarbonizzazione, significa che le energie rinnovabili sembrano ben posizionate per prosperare in questo mercato.

Oltre agli sviluppi positivi del PPA di Taiwan, si prevede ampiamente che la Corea del Sud sarà il prossimo grande attore nel mercato asiatico dei PPA. All'inizio del 2021, l'Electric Utility Act è stato rivisto e sono stati messi in atto un programma tariffario verde e un meccanismo PPA. Anche le aziende della Corea del Sud stanno subendo crescenti pressioni a causa delle richieste di decarbonizzazione.

L'indagine sui prezzi dei PPA aziendali europei del primo semestre 2020 di BloombergNEF riporta che a 23,7 GW, le aziende hanno acquistato più energia pulita nel 2020 rispetto al passato

I mercati globali stanno crescendo insieme all'ambizione di decarbonizzazione di molte aziende. Nonostante la pandemia globale, gli acquisti aziendali di energia pulita sono aumentati del 18% nel 2020, un dato record considerando le tendenze economiche altrimenti sfavorevoli nel corso dell'anno. L'indagine sui prezzi dei PPA aziendali europei del primo semestre 2020 di BloombergNEF riporta che a 23,7 GW, le aziende hanno acquistato più energia pulita nel 2020, come mai prima d'ora. Le cifre sono aumentate da 20,1 GW nel 2019 e 13,6 GW nel 2018. La società di vendita al dettaglio online Amazon è in testa alla corsa per il più grande acquirente di energia pulita nel 2020, annunciando 35 PPA per un importo totale di 5,1 GW. Più della metà dell'energia PPA off-site acquistata da Amazon proveniva dal solare. Allo stesso modo, i primi 10 acquirenti mondiali di energia pulita aziendale hanno firmato quasi tre volte più PPA solari in termini di capacità, rispetto ai PPA eolici.


Cosa sta guidando la domanda?


La diminuzione dei costi delle energie rinnovabili sta spingendo ulteriormente la domanda delle aziende a firmare PPA in tutta Europa. L'indagine BloombergNEF mostra che i prezzi dei PPA generalmente diminuiscono in tutta l'UE, con significative variazioni regionali, poiché dipendono da molti fattori, tra cui la tecnologia, la struttura del contratto e la durata.

Per tutte le ragioni di cui sopra, la domanda aziendale a breve termine di energia pulita potrebbe superare l'offerta. Sono necessarie politiche per rimuovere le barriere ai PPA e incoraggiare la distribuzione solare per far corrispondere la domanda con l'offerta in modo tempestivo. Secondo BloombergNEF, la carenza di domanda di elettricità pulita da parte dei firmatari di RE100 sarebbe di circa 224 TWh entro il 2030, se vogliono raggiungere i loro obiettivi di energia rinnovabile al 100%. Per contestualizzare, la domanda di energia elettrica dei firmatari di RE100 è pari a circa 315 TWh. La domanda di energia rinnovabile sta crescendo più velocemente di quanto gli sviluppatori possano fornire. I responsabili politici devono soddisfare questa richiesta con le politiche giuste e sforzarsi di attuare correttamente le normative già in vigore.

8 visualizzazioni0 commenti