Il Portogallo ha in programma un'asta per 500 MW di fotovoltaico galleggiante



Il Portogallo effettuerà la sua terza asta solare questo settembre, con l'assegnazione di 500 MW di capacità fotovoltaica galleggiante.

A seguito delle aste nel 2019 e nel 2020 che hanno portato entrambe a prezzi record, il governo del paese cercherà ora di supportare l'implementazione del solare galleggiante su almeno sette serbatoi attraverso il suo prossimo processo di gara d'appalto.

Le restrizioni ambientali significano che, a differenza dell'asta dello scorso anno, lo stoccaggio di energia non sarà presente.


In un'intervista con i media locali Antena 1 e Jornal de Negócios, il ministro dell'Ambiente João Pedro Matos Fernandes ha affermato che la maggior parte dei serbatoi che ospiteranno i progetti fotovoltaici galleggianti si trovano accanto a centrali idroelettriche, consentendo loro di utilizzare l'infrastruttura di rete esistente. Una delle dighe selezionate, Alto Rabagão, ospita già un progetto pilota solare galleggiante da 220 kWp dell'utilità portoghese EDP.


Mentre la prequalificazione per l'asta deve ancora essere aperta, Matos Fernandes ha detto: "A giudicare da quello che è successo nelle ultime aste, avremo molti offerenti".ù


Con il Portogallo che mira a coprire l'80% della sua domanda totale di energia da fonti rinnovabili entro il 2030, entro il quale si prevede che 9 GW di solare fotovoltaico saranno distribuiti nel paese, il passaggio all'asta della capacità solare galleggiante fa parte degli sforzi del governo per evitare la potenziale disponibilità di terra problemi in futuro.


Il segretario di Stato per l'energia del Portogallo João Galamba ha dichiarato lo scorso novembre che il nuovo formato potrebbe ridurre i rischi di disponibilità di terra, poiché gli sviluppatori non dovranno trovare da soli i siti adatti: "Se passiamo a questo tipo di aste con superfici, terreni e superfici non convenzionali saranno diversi, perché saranno predesignati e non qualcosa che il promotore potrà trovare, affittare o acquistare. "


C'erano piani per includere anche terreni accanto alle autostrade per ospitare progetti solari nella prossima asta, tuttavia questo non sarà presente quest'anno.


L'asta solare dello scorso anno ha assegnato 670 MW di capacità e ha visto la società spagnola di energie rinnovabili Enerland pubblicare l'offerta record di € 11,14 / MWh per un lotto da 10 MW. Sia il Ministero dell'Ambiente e dell'Azione per il Clima del Portogallo, sia gli offerenti vincitori dell'asta hanno recentemente confermato che gli sviluppi del progetto stanno procedendo come previsto.

45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti